Storia & Storie.

Al di la' della rete : I 10 HR piu' famosi delle World Series

Stefano Quaino

Il fuoricampo e' il momento piu' eccitante di una partita di baseball; un giro di mazza puo' cambiare l’andamento di una sfida e, ovviamente, anche le World Series hanno testimoniato imprese che hanno lasciato il segno sugli appassionati. Questi sono alcuni dati interessanti:

iIl primo HR fu battuto da Jimmy Sebring, esterno dei Pittsburgh Pirates, i quali nel 1903 affrontarono i Boston Pilgrims (Red Sox). Il lanciatore che concesse quel fuoricampo fu il celeberrimo Cy Young.

Il primo Grande Slam fu realizzato da Elmer Smith dei Cleveland Indians in gara 5 contro i Brooklyn Dodgers (chiamati anche Robins).

Sempre nella stessa partita Jim Bagby di Cleveland divento' il primo pitcher a realizzare un HR. Burleigh Grimes fu il lanciatore che subi' entrambi i fuoricampo.

Mickey Mantle detiene il record di HR in carriera nelle World Series con 18; l’ultimo fu battuto nelle World Series del 1964 contro i St. Louis Cardinals.

Reggie Jackson detiene il record di HR in una singola World Series: nel 1977 contro i Dodgers l’esterno degli Yankees ne batte' 5.

Babe Ruth e Reggie Jackson detengono il record per HR (3) battuti in una singola partita di World Series: Ruth li ottenne in gara 4 contro i St. Louis Cardinals nel 1928, mentre Jackson contro Los Angeles in gara 6 nel 1977.

Gene Tenace degli Oakland A’s (1972 contro Cincinnati) e Andruw Jones (1996 contro gli Yankees) sono gli unici giocatori ad aver battuto due HR nei primi due turni alla battuta della propria carriera alle World Series.

Andruw Jones (19 anni) e' il piu' giovane giocatore ad aver battuto un HR nelle World Series.

Il miglior fuoricampista tra i lanciatori e' Dave McNally degli Orioles (tre apparizioni alle World Series consecutive dal 1969 al 1971), che ne batte' due: nel 1970 riusci' addirittura ad effettuare un Grande Slam!

Questa e' una breve classifica personale dei 10 HR piu' famosi nella storia delle World Series.

Fuori classifica - 1932. New York Yankees-Chicago Cubs 4-0. Le World Series del 1932 furono le ultime giocate da Babe Ruth, colui che tutti gli storici e giornalisti considerano il migliore giocatore di sempre: in gara 3, Babe si presento' al piatto e indico' gli spalti per due volte, prima di spedire la pallina sugli spalti. Il mito vuole che Ruth volesse veramente annunciare il proprio fuoricampo, ma probabilmente voleva semplicemente indicare qualcosa ai suoi compagni.

10) Lenny Dykstra - 1986. New York Mets-Boston Red Sox 4-3. Queste World Series saranno per sempre ricordate per l’incredibile gara 6 in cui i Red Sox riuscirono a sprecare un vantaggio di 5-3 al decimo inning con due out e le basi vuote: l’errore di Bill Buckner e' ancora scolpito nelle menti dei tifosi di Boston. Tuttavia la serie parte alla grande per i campioni AL che vincono due volte consecutive allo Shea Stadium di New York: in gara 3 pero' Lenny Dykstra dimostra che i Mets non sono affatto morti con un HR in apertura di partita.

9) Jim Leyritz - 1996. New York Yankees-Atlanta Braves 4-2. Gli Atlanta Braves sbancano due volte lo Yankee Stadium e sembrano pronti a bissare il titolo mondiale vinto nel 1995: gli Yankees vincono gara 3, ma Atlanta si porta sul 6-0 nel quarto confronto. I Bronx Bombers riducono le distanze, sebbene all’ottavo inning siano ancora sotto 6-3: con due uomini sulle basi si presenta Jim Leyritz. "Way back, at the wall, we are tied!!!!!!" Gli Yankees vincono la sfida agli extra-innnig, ribaltano la serie e si aggiudicano il 23esimo titolo mondiale della loro storia, il primo dal 1978.

8) Willie Stargel - 1979. Pittsburgh Pirates-Baltimore Orioles 4-3. I Baltimore Orioles si portano sul 3-1: il titolo mondiale sembra vicino, anche perche' le eventuali gare 6 e 7 si giocherebbero in Maryland. Pittsburgh rimonta e forza gara 7: al sesto inning con gli Orioles in svantaggio 1-0, Willie Stargell (autore di un HR fondamentale la sera precedente) spedisce la pallina sugli spalti. I Pirates vinceranno 2-1 e conquisteranno il loro quinto e ultimo titolo mondiale.

7) Kirk Gibson - 1984. Detroit Tigers-San Diego Padres 4-1. I Tigers vincono la serie senza particolari problemi, ma all’ottavo inning di gara 5 si verifica un episodio memorabile: Kirk Gibson si presenta al piatto con i suoi Tigers avanti 5-4; conoscendo la potenza di Gibson, il manager di San Diego Dick Williams suggerisce al proprio pitcher Goose Gossage di concedergli una base su ball intenzionale. Il lanciatore rifiuta il consiglio e Gibson gli spedisce la pallina sugli spalti!

Fisk6) Carlton Fisk - 1975. Cincinnati Reds-Boston Red Sox 4-3. Dopo cinque partite i Reds conducono 3-2, e in gara 6 vincono 6-3. All’ottavo inning lo sconosciuto Benne Carbo pareggia il conto con un HR che forza i supplementari. All’undicesima ripresa Joe Morgan effettua una battuta molto potente, ma Dwight Evans lo elimina con una spettacolare presa al volo, cui seguira' un preciso tiro in prima per il doppio gioco. Dodicesimo inning, 30 minuti dopo la mezzanotte, il catcher di Boston Carlton Fisk affronta Pat Darcy e... HR: l’immagine di Fisk che con le braccia "cerca" di mantenere la pallina in territorio buono e' famosissima. Molti storici ritengono gara 6 la piu' spettacolare partita di World Series di tutti i tempi: tuttavia i Reds riusciranno a conquistare il titolo mondiale, vincendo gara 7. (E forse per questo motivo, il fuoricampo di Fisk e' solamente in sesta posizione nella mia classifica personale)

5) Reggie Jackson - 1977. New York Yankees-Los Angeles Dodgers 4-2. Dopo 5 partite, gli Yankees conducono 3-2 e possono chiudere la serie in casa; eroe della sesta sfida e' Reggie Jackson che, dopo aver ricevuto una base su ball in apertura, batte tre HR consecutivi, tra l’altro sempre sul primo lancio. In tutta la serie Jackson totalizza 5 HR, meritandosi il soprannome di Mr. October.

4) Kirby Puckett - 1991. Minnesota Twins-Atlanta Braves 4-3. Forse la serie del 1991 e' la piu' spettacolare di tutti i tempi con cinque partite decise da un solo punto, quattro finite con l’ultima azione e tre terminate ai supplementari. Dopo 5 gare i Braves conducono 3-2, ma in gara 6 c’e' Kirby Puckett Show: prima una fantastica presa al volo e poi (all’undicesimo inning) il fuoricampo vincente. (Gara 7 fu un ulteriore capolavoro, un pitching duel tra Jack Morris e John Smoltz, finito 1-0 dopo 10 inning: Morris rimase sul monte per tutte le riprese e fu eletto MVP della serie.)

Gibson3) Kirk Gibson -1988. Los Angeles Dodgers-Oakland Athletics 4-1. Gli A’s sono i grandi favoriti della serie, mentre i Dodgers devono gia' considerarsi soddisfatti di aver vinto il pennant della NL. Inoltre Los Angeles deve rinunciare a Kirk Gibson, infortunatosi nella sfida contro i Mets. Al nono inning, Oakland conduce 4-3 e il closer Dennis Eckersley ha gia' eliminato i primi due uomini; dopo la base su ball a Mike Davis, il manager Tommie Lasorda opta di utilizzare l’acciaccato Gibson, prendendo una decisione rischiosa: Gibson, invece, spedisce la pallina sugli spalti, regalando la vittoria a Los Angeles. L’immagine di Gibson che corre zoppicando sulle basi e' una delle piu' famose di sempre. Dopo quella sconfitta, gli Athletics non si sarebbero piu' ripresi: Orel Hershiser avrebbe guidato i Dodgers al titolo mondiale. Gli HR che seguono si differenziano dagli altri, poiche' sono gli unici che chiusero la serie: per questo motivo li ho inseriti ai primi due posti.

2) Joe Carter - 1993. Toronto Blue Jays-Philadelphia Phillies 4-2. I Blue Jays, campioni in carica, conducono 3-2 dopo cinque gare e possono chiudere il discorso, approfittando di due eventuali partite in Canada. Toronto parte benissimo, prendendo un vantaggio iniziale di 5-1, ma i Phillies rimontano e vanno in testa 6-5; nel nono inning con due uomini sulle basi e un eliminato, il potente Joe Carter affronta il closer Mitch Williams e spedisce la pallina sugli spalti dello Sky Dome. I Toronto Blue Jays diventano la prima squadra a doppiare il titolo mondiale dopo gli Yankees del 1977-78.

Mazeroski1) Bill Mazeroski -1960. Pittsburgh Pirates-New York Yankees 4-3. Serie stranissima, con gli Yankees assolutamente dominanti in fase d’attacco, ma purtroppo per loro la serie si allunga a gara 7; dopo otto inning e mezzo il punteggio e' sul 9-9, quando sul monte di lancio sale Ralph Terry, pronto ad affrontare Bill Mazeroski. Il seconda base dei Pirates spedisce la pallina sugli spalti di Forbes Field e Pittsburgh e' campione del mondo: quello fu l’unico HR decisivo ad essere battuto al nono inning di gara 7 e per questo, a mio parere, merita il primo posto assoluto.

Stefano Quaino

Inizio Indice Storia & Storie

Indietro

 

Dati Anteprima.net