Interviste

Stefano Macina: "in caccia dei play-off"

di Flavio Semprini

Da un paio d'anni a questa parte il San Marino punta ad agguantare i play-off scudetto del baseball. L'obiettivo non è ancora stato raggiunto ma la dirigenza dei Titani ci crede ogni anno di più e, pazientemente, aggiunge i "tasselli" mancanti per la soluzione finale del puzzle. Stefano Macina, presidente del sodalizio, conferma.

"Non vogliamo nasconderci dietro a un dito - dice Macina - vogliamo centrare uno dei primi quattro posti e, visto che l'Olanda ci porta bene, vorremmo anche fare una bella figura in Coppa Campioni".

E' per questo che avete preso giocatori di grande esperienza, anche se un po' avanti negli anni, come Dave Sheldon e Danny Newman?

"Non ci siamo mossi solo in questo senso. In realtà, abbiamo ringiovanito la squadra con l'arrivo di Maestri, Spinelli e Benvenuti dal Torre Pedrera. I primi due, come è noto, stanno lavorando nell'accademia di Tirrenia. Tutti e tre sono prospetti interessantissimi. L'arrivo di giocatori quali Sheldon e Newman ci permette sia di far crescere i giovani che da questi grandi giocatori potranno imparare, sia di essere competitivi ad alti livelli".

A proposito di grandi giocatori: Elio Gambuti continua o smette?

"Elio farà quel che ritiene meglio fare. A noi dirigenti ha detto che avrebbe voluto ritagliarsi il ruolo di batting coach di supporto a Doriano Bindi e giocare solo in caso di bisogno e a noi sta bene qualsiasi sua decisione. In ogni caso abbiamo avviato trattative con altri catcher quali Patrone, Parisi e Landuzzi. Ma la nostra volontà di rafforzare la squadra passa anche attraverso l'arrivo di nuovo personale tecnico: siamo sulle tracce del venezuelano Martinez, l'anno scorso a Paternò, e di un tecnico americano di college in qualità di pitching coach. Questi due personaggi dovranno occuparsi, oltre che della A1, anche delle nostre giovanili: quest'anno schiereremo una under 21, una squadra cadetti e un altro team allievi o ragazzi. Stiamo anche cercando di accordarci con una altra società locale per dare vita ad un team di serie B, ma è ancora prematuro parlarne".

Proviamo ad abbozzare la squadra?

"Ora come ora, sul diamante interno vanno Sheldon, Azuaje, Bissa e Rovinelli. Del catcher abbiamo detto. All'esterno puntiamo ancora su Colicchio per il ruolo di esterno destro. Negli altri due ruoli stiamo cercando degli stranieri. Sul monte sono sicuri Martignoni, Casseri, Newman, Maestri e Malgeri. Con Bianchi e Nyari dobbiamo parlare: l'oriundo lo abbiamo ufficialmente richiesto al Parma. Horn ha qualche problema di lavoro e potrebbe arrivare a campionato iniziato. Naturalmente stiamo anche cercando il lanciatore straniero".

Flavio Semprini

15 gennaio 2004

Inizio Indice Interviste

Indietro

 

Dati Anteprima.net