Editoriale

Toni grigi per l'inizio stagione

7 aprile 2005 – Non c'è pace per la Coppa Italia. Un fantasma gli anni scorsi; resa inutile quest'anno. Dopo la sospensione delle attività agonistiche decretata dal Coni per rispetto delle gravi condizioni di salute del Papa, si è deciso di giocare nel week-end del 9 e 10 aprile. Ma non il primo turno della manifestazione. Bensì una finale a quattro con le migliori classificate del campionato 2004. Così facendo l'Italia, in Coppa Coppe 2006, potrebbe essere rappresentata da una delle squadre più forti del 2004. Come se la stagione 2005 non esistesse. Una incongruenza evidente. Bene han fatto Parma (quarta nella scorsa stagione) e Rimini (quinta) a non sobbarcarsi la trasferta fino a Caserta lasciando il posto al Paternò.

Secondo quanto riportato da Casabase, forum molto aggiornato sul baseball italiano, lo stesso vicepresidente federale e direttore sportivo del Parma, Massimo Fochi avrebbe dichiarato alla Gazzetta di Parma "Senza gironi di qualificazione la Coppa Italia non ha piu' senso. Si deve accedere alla fase finale con pieno diritto, superando gli avversari sul campo, non sulla base dei risultati della passata stagione. Una Coppa Italia mutilata sarebbe giocata con un altro spirito, non piu' come una manifestazione competitiva in preparazione al campionato. Noi faremo cio' che e' meglio per la squadra, parleremo con l'allenatore e valuteremo il da farsi: personalmente non so se valga la pena sobbarcarsi venti ore di pullman in due giorni per prendere parte ad una manifestazione svuotata di significato. Ripeto, in questo momento dobbiamo soprattutto preoccuparci di tutelare la preparazione della squadra".

Premesso che chi scrive è pienamente d'accordo con quanto afferma Fochi e con le decisioni prese dal Parma, possibile che il vicepresidente federale abbia dovuto "subire" una decisione di questo tipo? Possibile non ci fosse un week-end, da qui alla fine della stagione, per far disputare una vera finale a quattro nel rispetto della logica sportiva? Chi ha preso una decisione così discutibile, che neanche il vicepresidente federale trova percorribile ragionando da ottimo ds qual è?

In ogni caso, la stagione inizia con la presentazione dei campionati (sabato 6 a Caserta) e con la prima giornata del campionato di softball (sempre sabato 6). La domanda è: la conferenza stampa, non si poteva fare qualche giorno prima? Chi, come il sottoscritto, dovrà seguire la prima giornata del campionato di softball, dovrà rinunciare alla presentazione dei campionati e a darne notizie approfondite sia su internet sia su altri mezzi. Credo, poi, che la trasferta di Caserta sarà piuttosto complicata per diversi altri colleghi. Non si vedono grandi vantaggi d'immagine per la Fibs e per gli sponsor.

Insomma, la stagione inizia colorata da toni di grigio poco allegri. Speriamo nel buon gioco.

 

Flavio Semprini

Inizio Indice Editoriale

Indietro

 

Dati Anteprima.net